Le Vasche Imhoff in Cemento sono caratterizzate dal fatto di avere elementi distinti: quello superiore serve per ricevere il liquame, il secondo in basso per la fermentazione e la raccolta del fango. Sono inoltre formate da elementi sovrapponibili, il numero e quindi la dimensione è in funzione degli abitanti serviti.

Chi ha la necessità di depurare acque reflue, può trovare nelle nostre vasche Imhoff una valida soluzione: divise in due comparti differenti, di cui uno sovrastante di sedimentazione e uno sottostante di digestione, le nostre vasche in cemento si mostrano ancora una volta un’opzione di grande utilità.

Attraverso le vasche Imhoff, infatti, il liquame può scivolare attraverso la camera di sedimentazione, favorendo così il galleggiamento delle sostanze leggere e il deposito di quelle pesanti, che finiscono per adagiarsi sul fondo della struttura. Il materiale riesce in questo modo ad andare in decomposizione nello scompartimento inferiore, che accelera il processo di fermentazione.

Le vasche in monoblocco invece si rivelano particolarmente prezioso per lo stoccaggio di acque potabili, mangimi e sementi. La loro solida struttura garantisce un sistema sicuro a cui affidare il procedimento di magazzinaggio, in grado di arginare il rischio di perdite idrauliche e di infiltrazioni.

La nostra ditta offre anche la possibilità di richiedere la realizzazione di vasche su misura, costruite in base a specifiche esigenze e secondo le direttive dei nostri consumatori.

Vasche Imhoff in Cemento, Funzionamento

Nelle vasche imhoff in cemento, il liquame grezzo entra con continuità e scivola lentamente lungo la camera di sedimentazione, consentendo alle sostanze leggere di galleggiare ed a quelle pesanti di depositarsi sul fondo della vasca di sedimentazione, passando attraverso la stretta fessura posta alla base della camera stessa. Il materiale viene decomposto nella vasca inferiore da germi anaerobici che accelerano il processo di fermentazione trasformandolo. Il fango viene estratto periodicamente, attraverso i chiusini d’ispezione.

Il numero delle persone servite, in relazione alla capacità della fossa, può variare in base alle diverse normative comunali.

Conformi alla normativa UNI EN 12566-1-2004, le fosse Imhoff proposte sono prefabbricate in cemento da interrare.

I modelli disponibili di fosse biologiche imhoff in cemento sono:

  • tipo A, volume lt 2000 circolare, Diametro cm 140, Altezza cm 160;
  • tipo B volume lt 4000 circolare, Diametro cm 140, Altezza cm 310;
  • tipo C volume lt 6000 rettangolare,  Lunghezza cm 220, Larghezza cm 140 Altezza cm 220
  • tipo D volume lt 10000 circolare (rotonda), Diametro cm 255, Altezza cm 250.

Scarica il PDF con le dimensioni di tutti i modelli.

Si possono realizzare misure alternative in base alle proprie necessità.

Queste vasche sono previste per legge ed obbligatorie per la gestione e la depurazione primarie delle acque reflue. Sono formate da due comparti, uno superiore per la sedimentazione, uno inferiore per la digestione.

Le Fosse Imhoff possono essere utilizza ti sia per enti privati che pubblici ( scuole,alberghi,ristoranti,ecc…).

Vasche imhoff in cemento

Vasche imhoff in cemento, Funzionamento

Le nostre fosse biologiche imhoff in cemento  sono state realizzate secondo le norme prescritte dalla legge Regionale n. 27 art. 24 del 15/05/1986, nonché dalla circolare dell’Assessorato Regionale del territorio e dell’Ambiente n. 14854 del 10/04/1987 sulla tutela dell’inquinamento.

Il bacino chiarificatore IMHOFF è costituito da un manufatto in cemento armato cilindrico ad alta resistenza ed è completamente impermeabile.
Nel suo interno sono ricavati:
– Vano sifone antiodore;
– Vano sedimenti;
– Decantazione fanghi;
– Fanghi in permanenza.

L’IMHOFF si presenta con caratteristiche di perfezione e di semplicità che rendono il suo montaggio alla portata di tutti e quindi qualsiasi impresa è in condizione di provvedere alla sua posa in opera.

FUNZIONAMENTO

Percorso del liquame attraverso il bacino. Il liquame proviene dal collettore di immissione d’entrata entra nella camera di decantazione; la sua entrata viene ritardata da scivoli appositamente graduati per una discesa lenta e graduale. Con questa discesa si ottiene una zona di calma.

ZONA DI CALMA

Questa zona è indispensabile per la prima fase di decomposizione. Infatti su questi scivoli si producono colonie di batteri anaerobi la cui funzione e proprio quella di disgregare le materie solide organiche, trasformandole in composti inorganici con notevole riduzione di volume; i liquami così chiarificati passano alla camera fanghi. In questo passaggio si ha una successiva precipitazione delle particelle ancora in sospensione.

Il liquido sufficientemente depurato attraverso quest’ultimo passaggio, viene avviato al collettore di smaltimento.

Il dimensionamento di questo sistema di decomposizione si realizza fissando un tempo di detenzione di 3 o 4 giorni (considerando uno svuotamento annuo dei fanghi).

Dalla nostra esperienza risulta che la capacità del bacino per persona non deve essere minore di 100 litri.
L’effluente chiarificato con scarso contenuto in solidi sedimentabili e sospesi a carattere colloidale può essere tranquillamente immesso nel collettore urbano.

Dimensioni e Tipologie

Volume (mc)TipoLungh (cm)Largh (cm)Alt (cm)
2 mcCircolareDiam:1,401,50
4 mcCircolareDiam:1,403,00
5 mcRettangolare2,201,402,20
10 mcCircolareDiam:2,552,50
15 mcEllissoidale3,502,502,50